Il pallonario (1-7 giugno)

Stampa

 

1° giugno.  Il passaggio dell’allenatore Kalmar all’Internazionale di Milano solleva un certo risentimento negli ambienti della Federazione Austriaca. Kalmar ha un contratto biennale in corso con i viennesi del Wacker. (1957)

2 giugno. La Fiorentina a Los Angeles supera i California Clippers per 2 a 1 in un incontro amichevole. Nel primo tempo segna Amarildo, nel secondo Maraschi. Per gli statunitensi Davidovic. (1967)

3 giugno. Dichiarazioni di Fulvio Bernardini, Fulvio_Bernardini_(1974)CT della Nazionale, dal ritiro di Appiano Gentile. Una sua intervista si chiude così: «Peccato che il mese di giugno abbia solo trenta giorni. Diamo tempo al tempo e anche il nuovo ciclo con me o con il mio eventuale successore si completerà». (1975)

4 giugno. Gianfranco Marchi, giocatore di Trento, vince il primo premio di pittura del concorso bandito dall’Associazione Italiana Calciatori. Secondo classificato Franco Battisodo, in forza alla Sambenedettese. Terzo Sandro Mazzola con una Natura morta(1976)

5 giugno.  Durante l’incontro Brasile-Cecoslovacchia uno stiramento costringe Pelè all’ala, zoppicante. Non riesce ad aiutare i compagni. Ad un certo punto gli arriva il pallone: su di lui, in chiara difficoltà, si avventa il terzino Masopust che, accortosi della visibile sofferenza del brasiliano, si ferma e gli lascia via libera. Al che Pelè tocca il pallone in fallo laterale anziché servire un compagno. I due poi si abbracciano tra gli applausi della «folla commossa e sorpresa», annotano le cronache. (1962)

2306.Medium

6 giugno. L’apporto della stampa al boom del calcio in Giappone è determinante. Sei quotidiani sportivi – «Daily Sports», «Nikkan Sports», «Sports Nippon», «Sankei Sports», «Sports Houchi» e «Tokyo Chiunichi Sports» – per un totale di oltre quattro milioni di copie vendute. Triplicato il numero dei periodici. Il decano è «Soccer Magazine», quindicinale da pochi mesi. 450.000 copie di tiratura.  (1993)

7 giugno. A Firenze si gioca Italia-Portogallo, primo incontro delle finali del campionato internazionale militare di calcio. Gli azzurri schierano Mattrel in porta, Losi al centro della difesa e De Robertis, Da Costa e Bean all’attacco. Il portiere dei lusitani è Vital. (1959)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...