Ciao_L’Italia del Novanta_27 giugno

di Antonio Gurrado

27 giugno 1990

Il secondo giorno di riposo del Mondiale è utile a fare il punto su come investire del denaro nella remota ipotesi in cui si volesse, anziché la partita, guardare un film.00907575
Per cinquemila lire i milanesi possono andare al De Amicis a guardare Marcia trionfale di Piergiorgio Bellocchio, che è uscito quattordici anni prima, oppure al Mexico di via Savona a guardare Radio Days di Woody Allen, che è vecchio di soltanto tre.
Per seimila lire si riesce a vedere una novità in seconda visione: Legami di Pedro Almodovar all’Ariosto, con un prematuro Antonio Banderas, oppure Marrakech Express di Gabriele Salvatores al Sempione di via Pacinotti, con Diego Abatantuono in piena metamorfosi.
Per settemila lire basta sapere l’inglese ed ecco Tango & Cash con Sylvester Stallone in lingua originale all’Angelicum di piazza Sant’Angelo; basta sapere il tedesco ed ecco Ferdinando il duro di Alexander Kluge al Paris di Corso Garibaldi; oppure, al Centrale di via Torino, Dolls di Stuart Gordon che, essendo un horror, si capisce in qualsiasi lingua e costa quanto Racconto di primavera di Eric Rohmer all’Orchidea di via Terraggio.
Per ottomila lire ci si può accaparrare Affari sporchi con Richard Gere all’Apollo in Galleria De Cristoforis, Il sole anche di notte dei fratelli Taviani all’Ariston in Galleria del Corso, Blade Runner di Ridley Scott al Cavour, Nuovo cinema paradiso di Tornatore al Centrale di via Torino, Il piacere e il desiderio al Cittanova in via Giambellino, Senti chi parla con John Travolta al Corso, Il Decalogo di Kieslowski (capitoli 7 e 8) all’Eliseo di via Torino, Sogni di Akira Kurosawa all’Excelsior in Galleria del Corso, Il profumo del male al Giardini di viale Vittorio Veneto, Cicciolina e Moana Mondiali al Golden di via Cagliero, Seduzione pericolosa con Al Pacino al Maestoso di corso Lodi, Lettere d’amore con Jane Fonda e Robert De Niro al Metropol di viale Piave, Harry ti presento Sally all’Odeon di via Santa Radegonda, La guerra dei Roses all’Orfeo di viale Coni Zugna, Le casalinghe e gli stalloni del Sud al Perla di via degli Imbriani, Il mio piede sinistro al Vip di via Torino.locandina
Per novemila lire i milanesi possono andare a vedere Moana e Cicciolina Mondiali al Roxy di Corso Lodi, spendendo mille lire in più che al Golden, oppure Il Decalogo di Kieslowski (capitoli 9 e 10) al Colosseo di Viale Monte Nero, spendendo mille lire in più che per i due capitoli precedenti. Per la stessa cifra, in un’altra sala dello stesso cinema, si può vedere Porte aperte di Gianni Amelio, oppure La zia erotica al Diamante di via Fabio Filzi, The deep throat number two homosexual al summenzionato Roxy, Olinka una bestia in calore o Videosexyshow allo Zodiaco di Via Padova.
Per diecimila lire o più, al Teatrino di Largo Corsia dei Servi, spettacolo dal vivo di Moana Pozzi alle ore 16, 21:30 e 23:50. Incluso film in abbinato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...