Il pallonario (31 agosto-6 settembre)

31 agosto. Corre voce negli ambienti calcistici romani che Gigi Allemandi sia in procinto di firmare (o abbia addirittura già firmato) il cartellino per la Lazio. (1938) 

1 settembre. La schedina n. 1 dell’otto settembre del Totocalcio contiene, oltre a nove incontri di Serie A del campionato italiano, quattro incontri e due di riserva di Serie A del campionato svizzero che ha avuto inizio domenica 25 agosto. In testa al campionato svizzero scorso, che è composto su quattordici squadre, si trovava il Young Boys che si presenta anche quest’anno molto agguerrito:  esso ha già avuto un inizio felice battendo alla prima giornata il Chiasso per 5 a 1. (1957) 

2 settembre. Un grave incidente è avvenuto questa sera, quasi all’ingresso del paese di Mirabello Monferrato, che si trova a circa quattordici chilometri da Casale. L’ex “nazionale” e allenatore di calcio Silvio Piola, proveniente da Chiavari in compagnia della moglie a bordo di una Opel targata VC 33123, ha travolto e ucciso sul colpo una contadina. La vittima, Assunta Castellaro vedova Sarpedo, di 56 anni, era sbucata da una strada laterale e, con la bicicletta a mano, stava attraversando diagonalmente la statale per imboccare un’altra stradina che l’avrebbe portata alla propria abitazione, la cascina “Rosa”, situata in regione Martinello. La macchina proveniva dalla direzione di Alessandria: la Castellaro, sbucata sulla strada, si è fermata un istante per guardare alla sua destra, quindi senza accorgersi che dall’altro lato era in arrivo l’auto di Piola, ha attraversato di corsa la via. L’ex giocatore vercellese non è riuscito di evitare l’investimento: ha frenato disperatamente, ma la vettura ha proseguito la corsa per oltre trenta metri sbandando ed investendo in pieno la donna. Subito Piola scendeva dall’auto ed accorreva presso il corpo della donna, nel vano tentativo di soccorrerla. Piola e la consorte, sconvolti per la disgrazia, ancora a tarda sera erano interrogati sul luogo della sciagura. L’ex giocatore afferma che non viaggiava ad eccessiva velocità poiché aveva rallentato essendo vicino al paese: sarebbe stato ingannato dal fatto che la donna si era momentaneamente fermata. La sciagura ha destato grande impressione in paese ove la donna, vedova con quattro figli, due maschi e due femmine, era assai benvoluta e stimata. (1959) 

3 settembre. Gino Cappello rinviato a giudizio. Come si ricorderà il “caso Cappello” è derivante dal noto incidente fra il popolare giocatore del Bologna e l’arbitro Walter Palmieri nel corso di un incontro del Palio Pretoriano. Infatti per le lesioni segnalate nel rapporto dei Carabinieri e della perizia medica (rapporto e perizia che non sono ancora stati resi noti), il pretore dott. Alfredo Testoni ha ordinato il rinvio a giudizio del giocatore e ha fissato il dibattimento per martedì prossimo 9 settembre, alle 9. Il capo d’imputazione parla di rinvio a giudizio per rispondere di “lesioni volontarie in ordine all’articolo 582, prima parte del C.P., procurate in danno dell’arbitro Walter Palmieri, al quale Cappello ebbe a sferrare un calcio”. L’arbitro Palmieri ha ribadito tutte le sue accuse verso il Cappello, accuse già formulate, anche a mezzo della stampa, subito dopo l’incidente. L’arbitro non si è ancora costituito come parte civile; è però molto probabile che lo faccia in sede di udienza. (1952) 

4 settembre. È pronta “un’arma segreta”, ovvero una psicologa,  per i calciatori sovietici che si stanno preparando per la fase finale dei campionati mondiali di calcio che si svolgeranno il prossimo anno in Inghilterra. Le “Izvestia” riportavano infatti che i dirigenti della Nazionale sovietica hanno assunto come collaboratrice per la squadra la signorina Galina Mikhailovna Gagayeva, che si sta dimostrando di “grande aiuto”. (1965)

5 settembre. Negli ambienti bene informati degli sportivi torinesi circolava ieri la voce che Rosetta, il brillante terzino della Juventus, attualmente in controversia con la sua società, comincerà, a partire da oggi, a prendere parte agli allenamenti con gli altri compagni di squadra. La notizia è sorprendente perché, ancora negli scorsi giorni non si notava, nelle parti interessate, il minimo accenno a mutare atteggiamento, mentre ora la decisione del giocatore può rendere possibile, in un secondo tempo, la definizione dell’increscioso “caso” che ha posto in contrasto Juventus e uno dei suoi più validi elementi. Diciamo che l’accordo può essere possibile, ed appare anzi probabile, poiché la Juventus si è limitata nel… punire, e Rosetta è in tempo ancora a non pregiudicare definitivamente la situazione. E, se l’accordo verrà, ne saranno lieti gli sportivi, i quali si augurano di rivedere quanto prima Rosetta al suo posto di battaglia. (1934) 

6 settembre. Wembley, amichevole Inghilterra-Colombia. Renè Higuita, detto El Loco, portiere dei cafeteros, regala al mondo il gesto dello “scorpione”. Jamie Redknapp, da fuori area, indirizza un pallonetto verso la porta  e Higuita, anziché abbrancare facilmente in presa, sceglie di neutralizzare la conclusione con un clamoroso tuffo in avanti e con i talloni in alto dietro la testa a colpire la palla. La partita finisce 0 a 0. Higuita finisce nella storia del calcio. (1995)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...