Il Pallonario (19-25 ottobre)


19 ottobre. I contestatori di Renzo Righetti, presidente della Lega Nazionale Professionisti, lo accusano, fra l’altro, di incoerenza e di trasformismo: «Ciò che era vero ieri, per lui non è più vero oggi, e viceversa». Un suo grande elettore, l’insigne poeta Corrado Ferlaino, gli ha dedicato questo epigramma che, a ben leggere, è qualcosa di mezzo tra l’affettuoso ammonimento e la garbata minaccia: «Il  Righetti ha decretato / che il presente sia passato; / il Righetti ha sempre in mente / che il passato sia presente. / Ma il Righetti è poi sicuro che il presente sia futuro?» (1979)

20 ottobre. L’ex vicepresidente della Federazione calcistica austriaca, Erich Schaunuber, ha chiesto oggi che tutte le partite internazionali in programma per la nazionale austriaca durante il prossimo anno vengano annullate e si provveda ad assumere un allenatore sovietico nonché numerosi assi stranieri per «rialzare il livello attuale, estremamente basso, del calcio austriaco». (1955)

21 ottobre. Buenos Aires. L’attaccante Adalberto Rodriguez, che ha giocato nelle squadre del Racing e del Tigre, è partito in aereo per la Spagna dove giocherà in una squadra che non si sa ancora se sarà il Real Madrid o il Deportivo Espanol. Il nullaosta è  stato ceduto dalla società Tigre ad un intermediario per la somma di 400.000 pesos. (1957) 

22 ottobre. Acquistando i biglietti delle partite di calcio presso «La Gazzetta dello Sport» –  Bar Vittorio Emanuele – Bar Tabaccheria Venezia, p.le  Oberdan – Bar Sana, p.za Piemonte – Bar Olimpia, Foro Bonaparte, riceverete in omaggio una crema da barba Fausto Coppi. (1953) 

23 ottobre. Riportiamo una lettera inviata dalla A.C. Schio alla consorella mantovana in occasione dell’incontro colà disputato domenica scorsa e vinto dal Mantova due a zero. «Alla spettabile Associazione Calcio Mantova. Dobbiamo esternarvi la nostra compiacenza pel contegno cortesissimo del vostro pubblico nei confronti dei nostri giuocatori. Confessiamo che da molto tempo non trovavamo un pubblico così corretto e così cavalleresco come il virgiliano. Ciò che vale pel pubblico, vale anche per i vostri giuocatori, che si sono comportati in campo come veri gentiluomini. Malgrado l’esito sfavorevole della partita, ricorderemo per un pezzo la gara disputata nella vostra città, e, mentre speriamo di poter fare altrettanto nella partita di ritorno a Schio, vi salutiamo cordialmente. Il commissario: Mario Plebani». (1931)

24 ottobre. Fausto Bertinotti: «Sono cresciuto a Precotto, quartiere interista: per vis polemica e per il colore scelsi i rossoneri. Mi piaceva uno straniero, Gudmunsson, ma il vero idolo era Schiaffino. Oggi Kakà». (2007) 

25 ottobre. La Salernitana si è allenata oggi per la partita  di domenica contro la Reggiana. L’allenamento si è svolto in due riprese alquanto movimentate. Nella prima, dopo quattordici minuti di gioco, l’allenatore sospendeva il lavoro della squadra, apparsa svogliata, per i troppi fischi che partivano dal pubblico indignato per il contegno insopportabile dei giocatori. Dopo un quarto d’ora l’allenatore ci ripensava e tornava ad allineare la prima squadra contro quella dei ragazzi. Anche in questa ripresa il gioco della Salernitana è apparso mediocre, privo di volontà e slegato. (1957) 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...