La Disparition – Il fantacalcio senza la “e” #20

di Gianvittorio Randaccio

Quando quest’estate per la mia Disparition ho acquistato Ruslan Malinovskyj sono stato molto chiaro con lui. «Ruslan,» gli ho spiegato subito «tu sei un caro giocatore, ma ti dico subito che quest’anno vedrai poco il campo. Ho intenzione di utilizzarti più per la tua predisposizione allo studio dell’antropologia e della sociologia che come interno di centrocampo: non sarà una caso che tu sia un quasi omonimo del grande Bronislaw Malinovskj, il celebre pioniere dell’etnografia, grande esponente del funzionalismo britannico.»

All’inizio, devo essere sincero, Ruslan non l’ha presa benissimo, ma poi si è dato anima e corpo alla sua missione, quella di scoprire gli usi, le abitudini, la cultura e i bisogni di questi misteriosi giocatori con la “e”, spesso nascondendosi tra le siepi dei campi di allenamento o negli armadietti degli spogliatoi. In breve, Malinovskyj è diventato un profondo conoscitore della realtà con la “e”, approfondendo soprattutto le istanze relative alla sessualità di questi calciatori, in particolar modo sui loro stranissimi metodi di riproduzione, tanto che è in previsione la pubblicazione di un suo saggio per la fine dell’anno, molto atteso da tutta la comunità scientifica.


Con mia grande soddisfazione, i suggerimenti di Malinovskyj mi sono stati utili per tutto l’anno e, per premiare il suo impegno, nell’ultima giornata (complici anche squalifiche, infortuni e contagi Covid) l’ho schierato titolare, venendo ripagato da una bella prestazione, con tanto di gol. Peccato, però, che proprio il giocatore a cui Ruslan mi aveva detto di fare più attenzione, quel Saelemaekers portatore sano di ben quattro “e”, sul finire del match ha pensato bene di trasformarsi in assist man, facendo sfumare la vittoria (e il secondo posto) che La Disparition stava già pregustando.
A fine partita Malinovskyj nello spogliatoio si è assunto la piena responsabilità del pareggio, confidandomi la sua intenzione di studiare ancora meglio le prerogative di questi strani calciatori multi “e” che, probabilmente, hanno caratteristiche e abitudini più difficilmente catalogabili rispetto agli altri giocatori con la “e”.

FF Glories – La Disparition 3-3 (78-8,5)

FF Glories
Gollini (Meret), Godin, Di Lorenzo, Criscito (Bastoni), Bereszynski, Nainggolan, Schiattarella, Saelemaekers, Joao Pedro, Lukaku, Barrow

La Disparition
Skorupski, Dimarco, Lazzari, Darmian, Nuytinck, Mkhitaryan, Malinovskyj, Viola, Pasalic, Ilic, Scamacca-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...