Il Pallonario (26 aprile – 2 maggio)

26 aprile. Si combatterà a colpi di magliette la “battaglia” per tutelare l’immagine dei tifosi inglesi. L’ufficio per gli inglesi che verrà aperto a Cagliari si occuperà della diffusione delle magliette che recheranno messaggi nei tre colori nazionali: da “ambasciatore inglese” a “amicizia attraverso il calcio”. I messaggi serviranno a controbilanciare le magliette degli hooligan, con scritte come “invasione inglese 1990” e “chiudete le vostre figlie sotto chiave”. (1990) 

27 aprile. Un tifoso burlone ha messo in vendita Dida su internet. Il portiere rossonero è stato messo all’asta su eBay.it e il suo  prezzo finora ha toccato la quota di 71 euro. Le offerte non mancano, fino ieri sera ne erano arrivate 25. Lo scherzo prosegue con la promessa di un omaggio per chi si aggiudicherà il portiere brasiliano: si legge infatti che il vincitore riceverà un “super lotto composto da cinque grandi portieri! (Kalac- Storari – Fiori – Coppola – Abbiati)”. (2007) 

28 aprile. Due consiglieri comunali di Bologna hanno rivolto un’interpellanza al sindaco Renato Zangheri chiedendo un intervento diretto dell’amministrazione comunale per contribuire alla “peraltro assai improbabile salvezza del Bologna”. Ecco come: acquisto di biglietti popolari da distribuire gratuitamente; prenotazione di autopullman da mettere a disposizione dei tifosi sempre gratuitamente; impegnare la giunta e i consiglieri comunali a partecipare alle prossime partite per confermare che l“’intero consiglio si sente vicino alla gloriosa squadra locale in questo difficilissimo momento”. (1982) 

29 aprile. Ieri sul campo sportivo di Marassi la squadra del Novara si è incontrata con quella della Andrea Doria. Quest’ultima ha battuto la squadra del Novara con 2 goals a 1. Dopo la partita uno dei giuocatori, certo Ettore Reimondi di anni 25, impiegato, da Novara, in compagnia di altri suoi compagni e amici, è stato aggredito e percosso da alcuni simpatizzanti della squadra doriana. Fuori del campo è avvenuta una vera rissa. Il Reimondi è stato ferito con una coltellata alla testa. Trasportato all’Ospedale, è stato giudicato guaribile in una diecina di giorni; gli altri suoi compagni riportarono contusioni lievi. (1920) 

30 aprile. Che il mondo del calcio attiri anche i ladri è cosa certa. Lo hanno dimostrato la serie di furti di cui sono stati vittime, nella stessa giornata Mario Bertini dell’Inter, Claudio Gentile della Juventus, Furio Valcareggi, figlio dell’ex commissario tecnico azzurro, e Sandro Montecini, vicepresidente della Triestina. Per i primi tre si è trattato della solita storia: tutti assenti in casa, arrivano i “topi” e  arraffano tutto quello che trovano di valore, mentre per il vicepresidente della Triestina si è trattato di un furto di liquidi. Montecini, che atteso per affari a Milano non aveva potuto versare in banca l’incasso di fine settimana, teneva la valigetta “24 ore” nel bagagliaio dell’Alfa Romeo di in amico. Giunto il momento di prendere l’aereo per Trieste si accorgeva della sparizione della valigetta. Bottino: quattro milioni in contante. (1975) 

1 maggio.  Pelè, accorto e previdente “capitalista”, ha acquistato di recente un lussuoso appartamento a Copacabana, la celebre spiaggia di Rio de Janeiro. (1964)

2 maggio. Annunzii varii (per ogni parola, una lira pro Giornale). Dal “notiziario” de “La Gazzetta Calcistica”: “Da quando gioca centro-half il popolare Ianni del Torino ha lasciato la bicicletta e si è fatta l’amorosa”. (1924) 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...