Il campionato in panchina_Piacenza-Lecco

dal nostro inviato Emiliano “el buitre” Fabbri

In fondo il pallone è solo una scusa. Per divertirsi, anche per soffrire. Per condividere esperienze e fare nuove conoscenze. Per scoprire nuovi amici e ritrovarne di antichi. Per conoscere nuove persone, anche a seicento chilometri da casa. È così che Piacenza-Lecco diventa la scusa per rivedere Luciano De Paola, antico guerriero in una serie C2 d’antan di inizio anni Ottanta, quando mi affacciavo al balcone di casa mia e lo vedevo guerreggiare all’ombra del campanile di Frosinone, sul terreno di uno stadio già Matusa allora, e che lui contribuiva ad arare con le sue entrate. Quando ci rivediamo ricordiamo sempre quegli anni e quelle amicizie che gli sono rimaste nel cuore fino ad oggi.
Piacenza-Lecco è anche la scusa per rivedere Carlo Zotti, giovane promessa romanista, che ho visto esordire a inizio ventunesimo secolo con la maglia della Maggica, e che poi ha continuato il suo percorso in giro per lo stivale fino a diventare allenatore dei portieri del Lecco.
Ma Piacenza-Lecco è soprattutto la scusa per conoscere dal vivo Alessandro, uno degli esempi più belli di internet. Nel senso che i social network hanno il loro risvolto positivo se utilizzati a dovere, e il mare in tempesta di Facebook e Instagram ci ha portato a incrociare la nostra rotta, e finalmente oggi, al sole di una fredda Piacenza, due inconsapevoli ciociari si sono visti per la prima volta, rimanendo ancora più felici del primo incontro virtuale. Con Alessandro abbiamo le stesse origini, ma soprattutto la stessa passione, quel pallone che rotola e il volerlo raccontare in maniera disincantata e col sorriso sulla penna. Alessandro Miele scrive per diletto e in maniera eccelsa sul suo blog Il Miele nel Pallone, ed è uno che giocherebbe bene col Portiere Volante. Oggi purtroppo Alessandro ha assistito alla sconfitta del mio Piacenza per zero a uno. Ma questa è un’altra storia. Perché in fondo dietro a un pallone che rotola ci sono tante storie da raccontare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...