Il Pallonario (26 aprile – 2 maggio)

26 aprile. Si combatterà a colpi di magliette la “battaglia” per tutelare l’immagine dei tifosi inglesi. L’ufficio per gli inglesi che verrà aperto a Cagliari si occuperà della diffusione delle magliette che recheranno messaggi nei tre colori nazionali: da “ambasciatore inglese” a “amicizia attraverso il calcio”. I messaggi serviranno a controbilanciare le magliette degli hooligan, con scritte come “invasione inglese 1990” e “chiudete le vostre figlie sotto chiave”. (1990) 

27 aprile. Un tifoso burlone ha messo in vendita Dida su internet. Il portiere rossonero è stato messo all’asta su eBay.it e il suo  prezzo finora ha toccato la quota di 71 euro. Le offerte non mancano, fino ieri sera ne erano arrivate 25. Lo scherzo prosegue con la promessa di un omaggio per chi si aggiudicherà il portiere brasiliano: si legge infatti che il vincitore riceverà un “super lotto composto da cinque grandi portieri! (Kalac- Storari – Fiori – Coppola – Abbiati)”. (2007) 

28 aprile. Due consiglieri comunali di Bologna hanno rivolto un’interpellanza al sindaco Renato Zangheri chiedendo un intervento diretto dell’amministrazione comunale per contribuire alla “peraltro assai improbabile salvezza del Bologna”. Ecco come: acquisto di biglietti popolari da distribuire gratuitamente; prenotazione di autopullman da mettere a disposizione dei tifosi sempre gratuitamente; impegnare la giunta e i consiglieri comunali a partecipare alle prossime partite per confermare che l“’intero consiglio si sente vicino alla gloriosa squadra locale in questo difficilissimo momento”. (1982) 

29 aprile. Ieri sul campo sportivo di Marassi la squadra del Novara si è incontrata con quella della Andrea Doria. Quest’ultima ha battuto la squadra del Novara con 2 goals a 1. Dopo la partita uno dei giuocatori, certo Ettore Reimondi di anni 25, impiegato, da Novara, in compagnia di altri suoi compagni e amici, è stato aggredito e percosso da alcuni simpatizzanti della squadra doriana. Fuori del campo è avvenuta una vera rissa. Il Reimondi è stato ferito con una coltellata alla testa. Trasportato all’Ospedale, è stato giudicato guaribile in una diecina di giorni; gli altri suoi compagni riportarono contusioni lievi. (1920) 

Continua a leggere “Il Pallonario (26 aprile – 2 maggio)”