Il Pallonario (19-25 aprile)

19 aprile. Waldir Pereyra, il famoso Didi della nazionale brasiliana campione del mondo 1958 (in Svezia) e 1962 (in Cile), attualmente direttore tecnico dello Sporting Cristal di Lima e della nazionale peruviana, ha rifiutato una proposta che gli avrebbe fatto la Juventus per dirigere la squadra bianconera. Didi ha dichiarato ai dirigenti bianconeri che potrebbe accettare dopo i Campionati del Mondo 1970 in Messico: d’altra parte, Didi ritiene che il Perù abbia grandi possibilità di qualificarsi per la fase finale della Coppa Rimet del prossimo anno nelle partite eliminatorie con l’Argentina e la Bolivia.  (1969)

20 aprile. Prosegue l’odissea dei 35 ostaggi rinchiusi nel Boeing delle linee aeree kuwaitiane dirottato due settimane fa e ora bloccato sulla pista dell’aeroporto di Algeri. Mentre i pirati dell’aria continuano a richiedere in cambio della vita dei passeggeri la liberazione di 17 loro compagni, la nazionale di calcio del Kuwait, attualmente in Malesia per un torneo, si è offerta in cambio dei prigionieri. (1988) 

21 aprile. Secondo «il Sole 24 Ore» di ieri, il presidente Enrico Preziosi avrebbe ricevuto nei giorni scorsi una misteriosa offerta dal Kazakistan per l’acquisto del Genoa. Il patron del club rossoblù starebbe al momento cercando di approfondire la proposta, dietro la quale però potrebbe nascondersi un investitore italiano. (2013)

22 aprile. Stanotte, al rientro in sede da Milano della comitiva spallina, i tifosi del noto caffè sportivo del centro di Ferrara che abitualmente attendono la squadra al suo rientro dalle trasferte, hanno potuto apprendere dalla voce dei giocatori i particolari dell’increscioso episodio verificatosi a San Siro, al termine dell’incontro. I protagonisti della brutta avventura hanno raccontato il drammatico momento vissuto sul pullman, fino all’arrivo delle forze dell’ordine che hanno potuto disperdere i facinorosi. Il primo a rendersi conto di quanto stava accadendo è stato il professor De Sisti, il quale ha avuto la prontezza di gridare ai giocatori un concitato «Tutti a terra!». Gli uni sugli altri, gli atleti si sono sdraiati sul fondo del pullman, cercando di ripararsi dietro gli schienali dei sedili, tenendo alte sulla testa le valigie. Fortunatamente, i pezzi dei cristalli rotti non sono caduti addosso alle persone, così che tutto si è risolto con danni alle cose. Quando è tornata la calma, lo stesso professor De Sisti è sceso dal pullman e prima di lasciare San Siro ha dettagliatamente illustrato i fatti al commissario di campo. (1959) 

Continua a leggere “Il Pallonario (19-25 aprile)”