Il Pallonario (19-25 ottobre)


19 ottobre. I contestatori di Renzo Righetti, presidente della Lega Nazionale Professionisti, lo accusano, fra l’altro, di incoerenza e di trasformismo: «Ciò che era vero ieri, per lui non è più vero oggi, e viceversa». Un suo grande elettore, l’insigne poeta Corrado Ferlaino, gli ha dedicato questo epigramma che, a ben leggere, è qualcosa di mezzo tra l’affettuoso ammonimento e la garbata minaccia: «Il  Righetti ha decretato / che il presente sia passato; / il Righetti ha sempre in mente / che il passato sia presente. / Ma il Righetti è poi sicuro che il presente sia futuro?» (1979)

20 ottobre. L’ex vicepresidente della Federazione calcistica austriaca, Erich Schaunuber, ha chiesto oggi che tutte le partite internazionali in programma per la nazionale austriaca durante il prossimo anno vengano annullate e si provveda ad assumere un allenatore sovietico nonché numerosi assi stranieri per «rialzare il livello attuale, estremamente basso, del calcio austriaco». (1955)

21 ottobre. Buenos Aires. L’attaccante Adalberto Rodriguez, che ha giocato nelle squadre del Racing e del Tigre, è partito in aereo per la Spagna dove giocherà in una squadra che non si sa ancora se sarà il Real Madrid o il Deportivo Espanol. Il nullaosta è  stato ceduto dalla società Tigre ad un intermediario per la somma di 400.000 pesos. (1957) 

22 ottobre. Acquistando i biglietti delle partite di calcio presso «La Gazzetta dello Sport» –  Bar Vittorio Emanuele – Bar Tabaccheria Venezia, p.le  Oberdan – Bar Sana, p.za Piemonte – Bar Olimpia, Foro Bonaparte, riceverete in omaggio una crema da barba Fausto Coppi. (1953) 

Continua a leggere “Il Pallonario (19-25 ottobre)”