La Disparition – Il Fantacalcio senza la “e” #11

di Gianvittorio Randaccio

Sono giorni di calciomercato, questi. Di acquisti, prestiti e scambi, per correggere errori, migliorare squadre, sostituire infortunati ed emarginati. Nel fantacalcio senza la “e” un caso domina i rumours in questi giorni, uno scambio che è più un atto d’amore che un’operazione di mercato. A una squadra è data la possibilità di ricongiungersi con il figliol prodigo che, per qualche sottile errore, si era allontanato, e adesso preme per tornare a casa, nella sua isola felice, a bere Ichnusa, fumare canne e tirar tardi in spiaggia. In breve, Nainggolan tornerà a Cagliari, ma soprattutto alla FF Glories, che non aspetta altro che schierarlo tra i propri titolari e affidargli la fascia di capitano. Questo ritorno ha dato vita a uno scambio semplice e oculato con La Disparition, che cede il ninja e Barrow per avere in cambio Jankto e Zapata. Se ne parla molto, ormai è cosa fatta, sono tutti d’accordo, tranne gli avversari, che incendiano la chat con parole al vetriolo.

L’unico scontento, però, e questa è una vera notizia, si è scoperto essere il povero Joao Pedro Salinas, l’attaccante poeta del Cagliari e della FF Glories che, in gran segreto, ha fatto arrivare all’allenatore della Disparition questa struggente poesia, con la quale esprime un sentimento forte e dolcissimo, e una voglia disperata di giocare nella squadra senza la “e”.

Se mi chiamassi, sì,
se mi chiamassi.
Io lascerei tutto,
tutto io getterei:
i prezzi, i cataloghi,
l’azzurro dell’oceano sulle carte,
i giorni e le loro notti,
i telegrammi vecchi
ed un amore.

Continua a leggere “La Disparition – Il Fantacalcio senza la “e” #11″