Riassunti di partite importanti #4

di Gianvittorio Randaccio

Inter – Cesena 1-0
Il 27 novembre 1988 io non lo sapevo ancora, ma l’Inter di Trapattoni aveva già cominciato la sua cavalcata trionfale per il cosiddetto scudetto dei record, quello dei 58 punti su 68 disponibili. Il mio idolo all’epoca era Gianfranco Matteoli, il tamburino sardo, centrocampista dai grandi polmoni e dai piedi buoni, poco appariscente, metronomo sempre in movimento e con il vizio dell’assist. Quella domenica mi ero appena sistemato davanti alla radio e non potevo credere alle mie orecchie: mentre tutti i radiocronisti erano ancora impegnati con il giro delle formazioni, da Milano avevano chiesto la linea per annunciare il gol di Matteoli, proprio lui, contro il Cesena, dopo appena dieci secondi di gioco. Io non potevo crederci: Matteoli non segnava mai e quella domenica aveva portato in vantaggio l’Inter con il gol più veloce di sempre, e con un bellissimo tiro al volo di sinistra, per giunta. Avevo passato il pomeriggio incredulo, felice per la vittoria di misura dell’Inter, e solo alla sera, davanti a Novantesimo minuto, avevo potuto constatare che sì, era tutto vero, Matteoli aveva segnato un gol da cineteca dopo dieci secondi scarsi di gioco, prendendosi la ribalta almeno per un giorno. È il ricordo più vivido che ho di quel campionato memorabile.

Continua a leggere “Riassunti di partite importanti #4”