Happy Feet Football club

di Gino Cervi

A Paolo Conte, che oggi compie 84 anni, e che in un’intervista della scorsa primavera a «Rolling Stone» ha dichiarato di essere, più che un tifoso, «un intenditore di calcio» (e subito dopo, va da sé, ha spiegato come è diventato milanista nel febbraio del 1950, dopo un Juventus-Milan 1-7), dedichiamo questa fanta-formazione: la HAPPY FEET FOOTBALL CLUB.

  1. In porta, per la freddezza, la seconda cassiera di Boogie, quella che «aveva gli occhi da lupa e masticava caramelle alaskane» (https://www.youtube.com/watch?v=0QHSgdfDZYg).
  2. Terzino destro, pensando a Beppe Bergomi, Lo zio: «Ah, zio, zio, com’è, com’è / Spiega la vita, spiega perché / Ah, zio, zio com’è, com’è / Spiegami la vita, spiega com’è / E tutto si srotola / Come di un film la pellicola» (https://www.youtube.com/watchv=2KmYVPOZ5qo)
  3. Terzino sinistro, uno tipo l’Uomo-camion: «Ma un uomo-camion vive ancora in me e ancora mille strade ti aprirà in questo oceano di attimi sarà qui per te, qui per te. Un uomo-camion che ti porterà tra notti e ghiacci ti dondolerà e la sua radiolina suonerà qui per te» (https://www.youtube.com/watch?v=UOCubTO4aAU)
  4. Mediano di corsa, pensando ad Angelino Colombo, Angiolino: «E dal porto del suo cuore un bastimento / Nella sera prende il largo / Ha davvero dei begli occhi da aquilotto / Il nostro amico Angiolino» (https://www.youtube.com/watch?v=1k2Slr5-dh8)
  5. Stopper, adattissima al marcamento a uomo, la Wanda: «Mi abbracci forte e poi mi dai un bacio e poi mi dici frasi / Che non mi hanno detto mai / Carezze qui / Carezze là / Tutte per me» (https://www.youtube.com/watch?v=Uab5wkPGNlk)
  6. Altra sicurezza in difesa, il Curatore della Ricostruzione del Mocambo che «sembra un buon diavolo» (https://www.youtube.com/watch?v=cjbfuX7uA8w)
  7. Altro uomo di corsa e resistenza, Bartali: «Quanta strada nei miei sandali, quanta ne avrà fatta Bartali» (https://www.youtube.com/watch?v=hBaQaFRJsbk)
  8. Mezzala, pensando a Boniperti, la «Marisa svegliami abbracciami» di Sotto le stelle del jazz (https://www.youtube.com/watch?v=R-2i3wUfBLU)
  9. Un centravanti di esperienza, una specie di Ibrahimovic che non ti augureresti mai di incontrare nella giungla di un’area di rigore, nonostante sia uno Sparring partner: «E non ho visto mai / Una calma più tigrata / Più segreta di così […] / Avrà più di quarant’anni / E certi applausi ormai / Son dovuti per amore / Non incontrarlo mai / Stava lì nel suo sorriso / A guardar passare i tram / Vecchia pista da elefanti / Stesa sopra al macadam» (https://www.youtube.com/watch?v=q8iKZnD1z-k)
  10. Col numero 10, in in regia, non può che esserci «l’uomo che è venuto da lontano (che) ha la genialità di uno Schiaffino», di Sudamerica (https://www.youtube.com/watch?v=I4_UXo7Fxqk)
  11. Infine, a completare l’attacco, qualcosa di simile a Una verde milonga, ovvero un magico incrocio tra Pelé, Eusebio e Gullit: «La milonga rivelava di se molto più, / Molto più di quanto apparisse la sua origine d’Africa / La sua eleganza di zebra, il suo essere di frontiera / Una verde frontiera / Una verde frontiera tra il suonare e l’amare / Verde spettacolo in corsa da inseguire» (https://www.youtube.com/watch?v=EuEfhz0OCwA)

In panchina, il Maestro: «Nel delirio di quei semplici / e di quei soliti che arrivano fin là / per vederlo dirigere / con la perfidia che scudiscia ogni viltà / il maestro è nell’anima / e dentro all’anima per sempre resterà» (https://www.youtube.com/watch?v=d02Nk5d6LYA).