L’eroe dei due mondi

di Emiliano “el buitre” Fabbri

Chi l’ha detto che gli eroi son tutti giovani e belli? Qui raccontiamo la storia di un eroe, sgraziato ma affascinante, non bello ma possibile. Una sorta di Shrek del rettangolo verde. Un eroe di due mondi nel profondo degli anni Ottanta. garellik
Quando sognare era ancora possibile, questo eroe coi guanti è riuscito nell’impresa titanica di legare a doppio filo la storia di due mondi diametralmente opposti, che anche grazie alle sue parate hanno disegnato sul petto due scudetti storici. Parliamo di Verona prima e Napoli poi. Due città, due popoli che possiamo serenamente affermare che non si amano, tanto da dar vita a scontri, verbali e non, resi indelebili dagli striscioni delle rispettive curve: il saluto per l’arrivo degli ospiti a Verona scandito da un “Benvenuti in Italia”, la risposta storica dei napoletani che asserivano che “Giulietta è ‘na zoccola”. Così, tra scaligeri e partenopei la storia la disegna un torinese grande e grosso, di nome Claudio Garella. Continua a leggere “L’eroe dei due mondi”