Portieri in versi

di Fernando Acitelli

RICARDO MARTINES ZAMORA

A Figueras, Dalì
scomponeva orologi
e visibili rendeva
coi pennelli
gli occhi di cammelli
sullo sfondo.

Fantasmi e ombre
aiutavano la mano,
svilendo geometrie
e calcoli.

Surreale nel basco,
quasi salottiero in campo,
Zamora difettava nella misura
se «presuntuoso» da palo a palo
volava, incontrando tra folle d’angeli
palloni in cerca d’una gloria
per nulla celeste.

zamora

Continua a leggere “Portieri in versi”