La Disparition – Il Fantacalcio senza la “e” #7

di Gianvittorio Randaccio

Il Real Catagna, anche se è attualmente invischiato nella fanghiglia del fondo classifica, è sicuramente una delle squadre accreditate per la vittoria del fantacalcio senza la “e”, non fosse altro perché la dirigenza è riuscita, in sede di mercato, nell’impresa di far giocare insieme Cristiano Ronaldo e Messi(as), mettendo fine alla loro storica rivalità.


Certo, le malelingue insinuano che Messi(as) non sia il vero Messi, che il colore della pelle e quello dei capelli non corrispondono per niente, ma queste non sembrano prove tali da far nascere dubbi: il cognome e il colore della maglia del Crotone (così simile a quello del Barcellona), certificano chiaramente che Messi(as) è la mitica Pulce, il talento argentino vincitore di cinque Palloni d’oro.
Nella settimana precedente alla partita, perciò, ho catechizzato i miei giocatori, lavorando molto sull’obiettivo di contenere la coppia più forte del mondo, al momento. I ragazzi non mi hanno preso alla lettera, devo dire, ma La Disparition, ancora una volta, ha gettato il cuore l’ostacolo.


Ma ecco la fredda cronaca.
Il sabato del Real Catagna è agrodolce: sa da una parte, infatti, Messi(as) dà prova del suo talento rifilando una doppietta allo Spezia, dall’altra buona parte degli altri giocatori sembra avere problemi fisici. De Ligt, Young, Muldur, Luiz Felipe e Lirola, secondo le probabili formazioni, non scenderanno in campo e il Real Catagna sembra non poter schierare più di nove giocatori titolari, mettendo a rischio il risultato, anche se Lazzari fa un autogol, compromettendo la partita della Disparition.
La domenica, però, succede di tutto. Anche Lautaro Martinez non è titolare nell’Inter e il Real Catagna sembra sprofondare sempre più giù, ma in poco tempo entrano in campo Young, lo stesso Lautaro, Lirola e De Ligt, portando punti importanti alla propria squadra. Quasi contemporanemente, però, La Disparition si scatena con i gol (e gli assist) di Sottil, Malinovskiy, Mkhitaryan e Lozano. La partita sembra ormai decisa quando, poco prima delle otto, Cristiano Ronaldo colpisce due volte con la sua specialità, il rigore centrale.
Una partita equilibrata, alla fine, quattro gol a testa, ma il bonus del centrocampo regala alla Disparition una vittoria sul filo di lana, un 3-4 (si giocava al Cibali di Catagna) estremamente spettacolare, che gli appassionati di calcio avranno sicuramente apprezzato. Certo, la difesa della squadra senza la “e” non è riuscita a limitare Ronaldo e Messi(as), ma una grande prova offensiva ha permesso comunque di portare a casa i tre punti.
E il sogno continua.

Real Catagna – La Disparition 3-4 (82-85)

Real Catagna
Handanovic, De Ligt, Young, De Vrij, Zielinski, Veloso, Brozovic, Gagliardini (Nandez), Ronaldo, Messi(as), Martinez.

La Disparition
Consigli, Lazzari, Darmian, Singo, Malinovskiy, Mkhitaryan, Lukic, Sottil, Lozano, Boga, Barrow.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...